Tonino Scala vincitore del premio”Candelaio junior”.

Tonino Scala vincitore del premio”Candelaio junior”.

710
0
CONDIVIDI
Tonino Scala vincitore del premio

Pina Varriale e Tonino Scala sono i vincitori del premio letterario “Candelaio junior”, che quest’anno si è avvale anche del patrocinio di ICWA, Associazione Italiana Scrittori per Ragazzi.
. L’importante riconoscimento è stato attribuito alle 10:30 di giovedì 11 gennaio nella sala del Multisala Savoia. A consegnare il premio, raffigurante una effige del filosofo nolano Giordano Bruno, realizzata interamente in bronzo dalla fonderia Del Giudice di Nola, gli alunni delle scuole di I grado del territorio, destinatari del progetto.
L’iniziativa, giunta alla II edizione, è promossa dal circolo culturale Passepartout e vede la direzione della nota scrittrice Chiara Patarino, esperta di narrativa per l’infanzia, autrice, tra i vari lavori, della serie “Tino il cioccolatino” scritto con Aurora Marsotto per il Battello a Vapore – Piemme e pubblicato in Brasile con Editore Fundamento. “ Tante sono le voci degli autori per l’infanzia che meritano un premio per creatività e impegno con le scuole. Quest’anno gli argomenti scelti dai giovani lettori sono stati quelli della legalità e bullismo.”
Non solo momenti culturali, ma anche performance artistiche a tema animeranno la cerimonia di giovedì. In scaletta, infatti, incursioni teatrali con gli attori della compagnia “Il teatro nel baule”, protagonisti di letture drammatizzate ispirate a noti personaggi di fantasia. Partner di Passepartout in questo progetto, patrocinato dal comune di Nola con l’assessore alla cultura Cinzia Trinchese, la fondazione Hyria Novla presieduta da Felice Scotti, l’associazione Amiamola guidata da Maria Esposito e l’ordine degli avvocati di Nola presieduto da Francesco Urraro.
“Promuoviamo la lettura interattiva coinvolgendo i ragazzi in attività formative – spiega Rosa Barone, referente letteraria di Passepartout – Con il Candelaio junior, infatti, vogliamo avvicinare i giovani alla cultura sin da piccoli, stimolando in loro idee sane e costruttive, necessarie per la costruzione del loro futuro. Un ringraziamento particolare va alla direttrice letteraria del premio, Chiara Patarino, penna immediata e di grande valore, che ha accompagnato i ragazzi nella scelta dei premiati, ben interpretando le loro ambizioni e cogliendo il vero senso dell’iniziativa. Non a caso – continua Rosa Barone – i nomi di quest’anno sono tutti punti di riferimento letterari nelle platee più rappresentative non solo in Campania, ma nell’intero Stivale”.

Commenta tramite facebook

Nessun commento

Comments are closed.