FILOLOGIA DELLE PAROLE NON DETTE

FILOLOGIA DELLE PAROLE NON DETTE

64
0
CONDIVIDI


L’opera vuole essere un poema-romanzo in cui la poesia comunica continuamente con la narrativa. La cornice, sotto l’espediente della matrioska, mostra le cinque personalità femminili che raccontano il loro percorso di vita. Un viaggio negli abissi dell’anima e un’esplosione di emozioni con una scrittura dal gusto sentimentale. In continuo dialogo con la musica e la letteratura, la narratrice, con dei flashback dal sapore proustiano, ci mostra dei brevi momenti indispensabili per la comprensione delle problematiche raccontate e vissute dalle cinque protagoniste che, grazie alle parole, cercano di ricostruirsi.

Federica Auricchio nasce a Napoli, nel 1995, laureata in Filologia Moderna alla Federico II di Napoli con tesi in Filologia romanza. Redattrice de “La Testata – testa l’informazione” combatte le discriminazioni sociali con il sorriso e la penna, ama seminare in campi incolti perché è bello, poi, veder germogliare fiori rari. Nel suo sangue ribollono la musica, la poesia e la bellezza: “Non sono un poeta”, afferma di sé, “ma una donna che ha iniziato a scrivere per salvarsi”.

Commenta tramite facebook

Nessun commento

Comments are closed.